Sami Khedira, una vita fra 2 mondi

Sami Khedira, una vita fra 2 realtà, Germania e Tunisia, ordini al merito e un pallone. La storia di chi può dirsi davvero simbolo della nuova Germania aperta e cosmopolita.

Per amore

Amore. È questa forse la parola che più ha caratterizzato la storia e la vita di questo fantastico mediano, uno dei più completi degli ultimi anni. Una storia iniziata in Tunisia 30 anni fa, quando mamma Doris e papà Lazhar s’incontrarono per la prima volta. Una spiaggia di Hammamet per farli incontrare e per farsi incantare dal rumore delle onde e dal sapore del sale. Poi ancora l’amore e Lazhar vola nella fredda Germania. Non ha indecisioni, non teme il confronto con i genitori della sua Doris. Semplicemente non vuole perdere la valchiria che lo ha stregato fino a fargli lasciare il suo caldo giaciglio in cerca di fortuna.

khedira
La spiaggia di Hammemet

L’amore è rimasta poi una costante nella vita di Sami. Nessuna squadra potrà mai eguagliare nel cuore il suo Stoccarda. La squadra che gli ha permesso di vincere la Bundesliga e che ha tifato fin da piccolo. Un amore tale da fargli rifiutare persino il Bayern per non giocare con due maglie diverse nello stesso campionato.

L’amore per il diverso

È questo l’altro tipo di amore che Khedira ha imparato ad amare e a rispettare fin nel profondo. Una continua ricerca di nuove mentalità e nuove culture da conoscere ed apprezzare. Non è un caso che, proprio in un’Italia che sta diventando ancora una volta il crogiolo di mille culture, Sami stia giungendo ai livelli più alti di sempre. Gol, assist e stella assoluta della Juventus, 6 trofei portano il suo nome e non sembrano volersi fermare.

In patria però è già leggenda, unico giocatore a vincere sia la Champions che la Coppa del mondo lo stesso anno. Una personalità silenziosa ma di peso che gli ha permesso di essere il simbolo della nuova Germania. Nel 2016 poi arriva anche un’onorificenza tedesca: l’ordine al merito del Baden-Württemberg, unico calciatore assieme a Klismann a riceverla.

Nel 2017 il periodo più dura: una finale persa e tanto da recuperare, Sami però non si è mai arreso centrando anzi il double con la Juve proprio nell’anno in cui sembrava sfuggire tutto. Oggi però ci sono i Mondiali con una Germania che deve vincere per essere certa di passare. Tocca all’uomo dei due mondi, tocca a Sami Khedira.

khedira_juventus-1200x670-01 Se sei amante del calcio visita anche Soccer Illustrated

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close